1 1 1 1 Biennale Arte 2017: la Francia sceglie la musica Si chiama Studio Venezia il progetto musicale di Xavier Veilhan per il padiglione francese alla 57a Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia, in programma dal 13 maggio al 26 novembre e presentato ieri a Parigi al Centro Pompidou alla presenza dell'artista, dei commissari Lionel Bovier e Christian Marclay e di Christine Macel, curatrice per la Biennale Arte 2017.

Il Padiglione francese della Biennale diventa un "dispositivo musicale", come spiega Veilhan, "un'installazione immersiva che richiama l'universo dello studio di registrazione e ispirata dall'opera di Kurt Schwitters, il Merbau".

Il padiglione accoglierà un centinaio di musicisti provenienti da tutto il mondo che si alterneranno durante tutto il periodo dell'esposizione e saranno "invitati ad attivare questa scultura-studio di registrazione che diventa il supporto delle loro creazioni durante i sette mesi della Biennale. Il padiglione opera una fusione tra arti visive e musica", specifica Veilhan.

Per il suo ideatore il progetto rappresenta "un ambiente immersivo che comprenderà l'intera superficie del padiglione, in modo da alterare la percezione dello spazio nel pubblico".
Quella di Venezia non sarà una tappa di arrivo ma di partenza per un itinerario all'estero: Studio Buenos Aires nel 2018 e poi Studio Lisbona.

Veilhan, dalla fine degli anni '80, ha sviluppato un'attitudine dalle forme multiple (scultura, pittura, ambiente, spettacolo, video, foto) che si colloca tra il classicismo formale e l'alta tecnologia. E Studio Venezia coniuga il suo doppio interesse per la musica e l'architettura immersiva.

Per l'artitsta parigino il lavoro di squadra è al centro di tutto e Studio Venezia si colloca in questa continuità con degli scambi quotidiani tra musicisti, ingegneri del suono, programmatori e produttori. I musicisti saranno liberi di decidere come vogliono occupare il tempo a disposizione nel padiglione e potranno lasciarlo con le registrazioni delle loro realizzazioni. E i visitatori non saranno invitati ad assistere a dei concerti ma ad ascoltare, guardare e a diventare testimoni di un materiale sonoro in trasformazione. 

La Biennale
Torna all'archivio
2 2 2 2 3 3 3 3 4 4 4 4 5 5 5 5 6 6 6 6 7 7 7 7
10 10 10 10
Scopri cosa fare a Venezia
 
Clicca sulla data che ti interessa per vedere gli eventi di ArteMusicaVenezia