1 1 1 1 Il visionario Ippolito Caffi al Museo Correr 28/05-20/11 2016 Dal 28 maggio al 20 novembre 2016 il Museo Correr ospita 150 opere del pittore (bellunese di nascita e veneziano d’adozione) Ippolito Caffi a 150 anni dalla sua morte. “Ippolito Caffi. Tra Venezia e l’Oriente 1809-1866” celebra il più innovativo vedutista dell’Ottocento. Anticipando l’affermazione del pittore André Derain (ma siamo già nel secolo successivo) che “La sostanza della pittura è la luce”, quella luce che riflettendo su Nôtre Dame è diventata stilema, Ippolito Caffi si affianca a William Turner quale “antenato” degli impressionisti. Definito come “uno dei più grandi narratori della geografia urbana del Mediterraneo”, nel nucleo pittorico esposto sono presenti tele che rimandano alla “geografia” personale del pittore, luoghi visitati ma anche rappresentati in qualità di pittore-reporter attivo in politica e in battaglia, come nello struggente "Bombardamento Notturno a Marghera, 25 maggio 1849". Con la disfatta di Venezia, è costretto all’esilio a Nizza, Genova, Parigi. L’excursus termina con il ritorno a Venezia e le seduzioni notturne di “Serenata innanzi alla Piazzetta di San Marco” o “Serenata a San Marco”, con i tocchi di colore che, lontani dal Canaletto, sono un ponte verso la modernità.
(le opere qui raffigurate sono dettagli di "Venezia: Tramonto sul Molo 1964" e "Bombardamento a Marghera 25 Maggio 1849") 

Per maggiori informazioni sulle opere e gli orari di apertura clicca qui.
Torna all'archivio
2 2 2 2 3 3 3 3
10 10 10 10
Scopri cosa fare a Venezia
 
Clicca sulla data che ti interessa per vedere gli eventi di ArteMusicaVenezia